Fondatore di Osservatorio Russia.

Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Alma Mater di Bologna, si è specializzato in politica estera russa, con particolare riferimento all'area mediorientale. Autore de "La Russia nel Mediterraneo: Ambizioni, Limiti, Opportunità", collabora con diverse testate e progetti, tra cui il Groupe d'études géopolitiques, Limes, TPI, Pandora e l'Istituto Analisi Relazioni Internazionali, di cui è vicepresidente. Borsista di un progetto di ricerca presso l'Istituto di Studi Politici S.Pio V di Roma, attualmente partecipa al programma di Rai Storia "Passato e Presente".

Vincere le parlamentari, per poi trattare con la Russia

Vincere le parlamentari, per poi trattare con la Russia
Zelenskij cerca una conferma elettorale alle elezioni di domenica prossima per trattare con una solida base interna con Mosca. Nel frattempo, alza la posta diplomatica chiamando in causa Londra e Washington e cercando di inserire la Crimea nel confronto con Putin. Continuano i rimpalli, tra Russia e...
Continue reading
  269 Hits

“Business as usual”: perché tra Italia e Russia i rapporti non cambiano

“Business as usual”: perché tra Italia e Russia i rapporti non cambiano
I tradizionali buoni rapporti tra Roma e Mosca non vedranno un cambio di passo a breve, nonostante i segnali espressi dall'attuale esecutivo italiano. Le fratture delle sanzioni europee e della crisi in Libia non sono state ancora ricomposte, ma a pesare è (e sarà) soprattutto la volontà politica de...
Continue reading
  368 Hits

Con la Cina Putin deve fare buon viso a cattivo gioco

00180322Xi-Putin-Cina-Russia
Le relazioni russo-cinesi sono in ascesa e potenzialmente formidabili, specie in campo commerciale. Tuttavia cresce anche il timore di Mosca di perdere definitivamente il secondo posto nelle gerarchie mondiali, in senso politico e militare, proprio nel momento in cui stava recuperando nel modo più v...
Continue reading
  652 Hits

Il successo di Zelenskij, gli errori di Porošenko, il futuro dell'Ucraina. Intervista a Dario Quintavalle

Il successo di Zelenskij, gli errori di Porošenko, il futuro dell'Ucraina. Intervista a Dario Quintavalle
​ Dario Quintavalle è un esperto internazionale di cooperazione allo sviluppo. Ha vissuto in Ucraina lavorando alla riforma del sistema giudiziario. Insegna storia e politica russa all'Università Luiss di Roma. Scrive per Limes sullo spazio post-sovietico.  Il nostro direttore, Pietro Figu...
Continue reading
  1157 Hits

Le elezioni ucraine e il futuro del Donbass

Le elezioni ucraine e il futuro del Donbass
​ L'Ucraina che si prepara al voto delle Presidenziali del 31 marzo è un Paese spaccato . Non solo per il numero estremamente alto dei candidati, tale per cui non si prevede, ad oggi, che alcuno di essi riesca a superare il 25% dei voti al primo turno. E non solo per la scarsissima popolarità (attes...
Continue reading
  394 Hits

Siria e missili, cosa c'è dietro le ultime parole di Putin

Siria e missili, cosa c'è dietro le ultime parole di Putin
È ormai noto che il sistema mediatico agisca come un filtro, selezionando le notizie rilevanti in base alla loro portata sensazionalistica e perdendo di vista la loro veridicità o la loro contestualizzazione. La Russia, così come tutti i soggetti stereotipati, si presta benissimo a questi meccanismi...
Continue reading
  445 Hits

Le elezioni di Midterm non cambieranno i rapporti con la Russia

Le elezioni di Midterm non cambieranno i rapporti con la Russia
In generale, le elezioni di Midterm statunitensi costituiscono un passaggio obbligato con cui il Presidente deve fare i conti alla metà del suo mandato. Quasi sempre, storicamente, si traducono in una perdita della maggioranza relativa (almeno alla Camera) e dunque di un parziale ridimensionamento d...
Continue reading
  522 Hits

L'uscita di Trump dall'INF, vista dalla Russia

L'uscita di Trump dall'INF, vista dalla Russia
​ La decisione americana di uscire dal Trattato INF, annunciata nei giorni scorsi, non è certo caduta improvvisa tra gli addetti ai lavori, ma ha comunque provocato un piccolo terremoto di reazioni internazionali, quasi tutte di stampo negativo . Dall'Europa alla Russia, un termometro della tensione...
Continue reading
  582 Hits

In Lettonia ha vinto la frammentazione, non i filorussi e gli euroscettici

In Lettonia ha vinto la frammentazione, non i filorussi e gli euroscettici
La semplificazione manichea della realtà è sempre sbagliata. E lo è tanto più a Est, laddove le nostre griglie interpretative degli eventi non possono funzionare. Accade così che i risultati di ieri in Lettonia , che hanno visto il partito Saskaņa ("Armonia") al primo posto, sono stati letti in modo...
Continue reading
  493 Hits

Mamma li russi! Perché la russofobia non ha mai realmente attecchito in Italia

Mamma li russi! Perché la russofobia non ha mai realmente attecchito in Italia
Se si esclude (in parte) il periodo sovietico, la costruzione di un'immagine negativa della Russia non è mai maturata pienamente nel contesto italiano, poco fertile per ragioni storiche, culturali e di pragmatismo politico. Le divisioni attuali e le differenze col resto d'Europa. L'Italia, è noto, è...
Continue reading
  2035 Hits

Aleksej Naval'nyj, la versione di una sua sostenitrice

Aleksej Naval'nyj, la versione di una sua sostenitrice
Il nostro coordinatore Pietro Figuera ha intervistato Elena , una giovane sostenitrice di Naval'nyj che ha accettato di mostrarci il suo punto di vista. Ciao Elena, grazie per aver accettato questa intervista. Da attivista "navalniana", rappresenti certamente un punto di vista interessante sull'attu...
Continue reading
  715 Hits

Dal Mediterraneo la Russia lancia segnali ai rivali e agli alleati

Dal Mediterraneo la Russia lancia segnali ai rivali e agli alleati
Si è chiusa con successo, sabato scorso, l'imponente esercitazione navale che Mosca ha voluto condurre nelle acque del Mediterraneo. Le operazioni, le più vaste almeno dall'inizio dell'intervento russo in Siria (2015), hanno visto impegnate le Flotte russe del Nord, del Baltico, del Mar Nero e persi...
Continue reading
  499 Hits

Dagli Zar a Putin, elementi di continuità nella politica estera russa

Dagli Zar a Putin, elementi di continuità nella politica estera russa
A cento anni dalla fine della dinastia dei Romanov, non mancano le rievocazioni e i paralleli storici tra la Russia imperiale e quella moderna. Anzi, nemmeno prima erano mancati, dato che Putin è costantemente celebrato come "nuovo zar" dalla stampa (in un eterno ritorno di simboli che, sopratt...
Continue reading
  1446 Hits

Helsinki: un successo più d'immagine che di sostanza, per Putin

Helsinki: un successo più d'immagine che di sostanza, per Putin
Il match di Helsinki ha avuto un vincitore abbastanza evidente, Putin. Lo riconoscono un po' tutti i media internazionali, dai più vicini ai più ostili verso il presidente russo. A catalizzare l'attenzione mediatica, specie quella americana, è stato però l'atteggiamento ambiguo e incoerente di Trump...
Continue reading
  455 Hits

Russia e Spagna, potenze speculari nel calcio e nella geopolitica

Russia e Spagna, potenze speculari nel calcio e nella geopolitica
Nel calcio e nella geopolitica, Russia e Spagna sono esattamente speculari. La Russia è una delle prime potenze mondiali, mentre nel calcio appare come un soggetto di scarso rilievo. Esattamente l'opposto della Spagna: potenza mondiale nel calcio, ma attore di secondo piano in geopolitica. STORIA E ...
Continue reading
  535 Hits

Putin ha davvero snobbato l’invito di Trump al G7?

Putin ha davvero snobbato l’invito di Trump al G7?
​ " Attualmente siamo concentrati su altri format ": la sufficienza e la freddezza con cui il portavoce del Cremlino Dimitrij Peskov ha reagito alle parole di venerdì di Trump (relative a un possibile ritorno della Russia nel consesso dei Grandi, ndr) forse avranno stupito qualcuno, ma non devono in...
Continue reading
Tags:
  423 Hits

Nel segno della continuità

Nel segno della continuità
La settimana scorsa è stata ufficializzata da Medvedev la nuova squadra di governo che guiderà la Russia per i prossimi anni. Già da una prima occhiata alla lista, appare subito evidente la volontà di preservare gli assetti di potere : la maggior parte dei più importanti ministri è stata mantenuta. ...
Continue reading
  405 Hits

Krymskij most, un ponte che divide

Krymskij most, un ponte che divide
​Diciannove chilometri. Questa la larghezza dello stretto di Kerč', ovvero la distanza tra la Crimea e la regione di Krasnodar, fino al 2014 ultimo avamposto occidentale della Federazione russa sul Mar Nero. Una distanza che è stata coperta dal ponte "Krymskij most", inaugurato il 15 maggio, con sei...
Continue reading
  847 Hits

Armenia, torna lo spettro delle rivoluzioni colorate?

Armenia, torna lo spettro delle rivoluzioni colorate?
"Rivoluzione di velluto" : salta subito all'occhio la definizione che Nikol Pashinyan , leader dell'opposizione armena, ha voluto dare agli eventi occorsi in questi giorni nel proprio Paese. Salta all'occhio perché rimanda al regime change cecoslovacco, apice di un movimento trasversale che scosse l...
Continue reading
  507 Hits

Mosca e Washington, segnali di schiarita?

Mosca e Washington, segnali di schiarita?
Nelle ultime ore stiamo assistendo ad alcuni segnali distensivi tra Mosca e Washington. Si tratta di un fuoco di paglia o è un preludio a qualcosa di più sostanziale? Innanzitutto il contesto: le relazioni bipolari oggi sono pessime, deteriorate allo stato degli ultimi anni della Guerra fredda, anzi...
Continue reading
Tags:
  335 Hits

Iscriviti alla nostra Newsletter

Tag Cloud

FSB Soft power Sergej Baburin nazismo Unione sovietica Cherchesov Moldavia Artico Mare Storia #obor Passaporto Casa Bianca Bielorussia Merkel soft power Società esercito comunismo Europa Università Mar Baltico Armi Protocollo di Minsk trattato di pace Putin Asia Mondiali Regime Change Afghanistan Macron elezioni presidenzali Battaglie storiche Donbass #cina Curili età dei torbidi Rocchelli diritti caso Skripal anti-liberalismo Russiagate Guerra rete lago Bajkal Giornalismo Smolensk migranti ISIS Naval'nyj Skripal Occidente #economia cultura Ambiente Cripto Valley lingua Asia Centrale Russia Unita Baltico rivoluzione di velluto criptovalute spie gasdotto Italia Kim OPK sondaggi elettorali Ucraina Serbia export armi Stati Uniti Peredača troll Chiesa Ortodossa Russa Proteste Islam Brest-Litovsk Vladimir Žirinovskij Ara Paesi Baltici Patriarca Kirill Cittadinanza Riforme Gas naturale SCO Franco eroina nazionalismo tradizioni autocefalia Assad Roma Partito del Progresso Tagikistan RussiaToday Giappone TANAP opposizioni influenza Spagna Conte antiterrorismo Anatolij Sobčak Svezia Pensioni governo russo Russia Vostok18 Balcani Business Russia Ilham Aliyev Boris Titov Rosatom Abcasia Politica SergeJ Skripal INF #russia Mondiali 2018 elezioni estremismo Lettonia Sputnik religione Mediterraneo Tajikistan Giovani monarchia minoranza opposizione politica S-400 ISP imperialismo internet Krasnodar Turkmenistan Germania russofobia propaganda Transnistria Aleksej Naval'nyj Siria Armenia Baku Grande Gioco PCUS Rosneft Crimea Panslavismo Cina #silkbeltroad Georgia Relazioni internazionali TAP HIV Zurabishvili Cipro LDPR Nato Finlandia Oriente nucleare scenari politici Poltava Vaticano estrema destra Kerč’ LGBT K-19 Zelenskij Calcio nord stream Nikita Chruščëv Trump Marina spesa militare Sondaggi #asiacentrale Gazprom politiche energetiche URSS Siberia opinione pubblica Arabia Saudita Cecenia Salman Libia Disarmo Unione Europea Krymskij most stalinismo Midterm Unione Diplomazia #sanzioni via della seta tossicodipendenza Lavrov Guerra fredda Olocausto WCIOM Uzbekistan Federazione Russa corruzione terrorismo Caspio El'cin Welfare Reagan Difesa Chiesa ortodossa Francia Trident Juncture 2018 russkaja ulica Mosca Egitto Stalin UE G7 Maxim Surajkin Eltsin bitcoin Montenegro candidati gas Israele Demografia San Pietroburgo Cernenko Diritti umani Kuznetsov Macedonia proteste in Russia WC2018 settore estrattivo Romanov Lituania reportage Cremlino geopolitica Costituzione Russa ingerenze russe Poroshenko scramble for Africa zar Azerbaijan PIL Sanzioni Pashinyan Nigeria Jabloko Partito Comunista energia DNS gay Kortezh Kiev Pietro il Grande società spese militari Papa Francesco Helsinki Michele I PCFR Ksenija Sobčak Democrazia Sobčak Gorbačëv Asia centrale Vedemosti politica estera Ungheria elezioni presidenziali Iran Sicurezza Usa Nagorno-Karabakh Vladimir Putin Eco Internazionale inchiesta Markiv Levada 1941 Prigožin Vladimir Putini Kyrgyzstan Corea Ossezia del Sud Pavel Grudinin Arkadij Babcenko Ricostruzione G8 Africa ortodossia boicottaggio Theresa May Grigorij Javlinskij Ecologia Estonia Kirghizistan Saakashvili Golunov Dmitrij Medvedev Russkij Mir Idlib Gennadij Zjuganov Turchia Mare del Nord dazi americani partiti Gibilterra Venezuela Minchenko Group Consulting Austria crisi Caucaso FIFA Power of Siberia SGC liberalismo Pubblicazioni Kazakistan Cronache di viaggio Azerbaigian Flame Towers Economia Sorge Medio Oriente Runet #commercio Astana rivoluzioni colorate green energy Corea del Sud Akinfeev